- GUIDA: Semi Interrato -
Stanza n. 2

Ospita un monumentale torchio vinario proveniente da Ponte.
Si tratta del tipo impiegato in Valtellina subito dopo il torchio a leva e prima della diffusione di quello con vite e congegni di ferro. Interessante il sistema ad ingranaggi per l'avvolgimento della fune che consente di ottenere il massimo sforzo di spremitura mediante la trazione della stanga che azione la grande vite di legno.
Corredano l'ambiente alcuni attrezzi legati alla vinificazione e alla coltivazione della vite.
L'elegante tappatrice, strutturalmente simile al torchio, proviene da casa Pievani (dono dott. Angelino).
Il curioso manufatto in pietra lavorata uno dei quattro basamenti necessari per isolare, circondandoli con liquidi, i piedi dello scaffale dove si conservava il miele e altri alimenti per impedire agli insetti di raggiungerli.



Torna al semi interrato